NEWS

I numeri della prima edizione nazionale del Premio Innovazione e Sviluppo Next Generation di Anci Piemonte

In tutto 325 progetti candidati, 458 enti e amministrazioni locali rappresentati per quasi 14 milioni di cittadini coinvolti da programmi di innovazione della pubblica amministrazione. Questi sono i numeri della prima edizione nazionale del Premio Innovazione & Sviluppo Next Generation di ANCI Piemonte, svoltosi con la collaborazione e il patrocinio di ANCI Nazionale. Il Premio raccoglie l’impegno di rinnovamento degli amministratori pubblici di realtà di tutte le dimensioni: dai grandi centri come Napoli, Lecce, Genova, Bergamo, Torino, ai piccolissimi municipi come Castelmagno o Ingria, passando da centri medi come Asti, Chieti, Prato. A questo punto si passa alla fase successiva: entro il 15 ottobre una Commissione esaminatrice passerà alla valutazione dei progetti. 

Leggi anche: scopri il programma degli Stati Generali delle città intelligenti del 25 ottobre a Padova

«In un periodo, come l’attuale, in cui i Comuni sono finalmente tornati al centro delle politiche pubbliche in quanto soggetti deputati prioritariamente all’attuazione delle misure del PNRR, l’idea di estendere a livello nazionale il Premio Innovazione e Sviluppo Next Generation si è rivelata giusta – afferma Veronica Nicotra, Segretario Generale dell’ANCI -. Il nostro obiettivo era far emergere le tante progettualità di valore che i Comuni realizzano, consapevoli che è a livello  locale, dove è più tangibile il rapporto coi cittadini, che l’innovazione trova il suo terreno più fertile per nascere ed  attecchire. “Cercheremo ora di valorizzare le progettualità proposte, portandole all’attenzione dei decisori nazionali  quali esempi concreti su cui costruire». 

Michele Pianetta, Vicepresidente di Anci Piemonte, membro della Commissione Innovazione di ANCI Nazionale, ideatore e patron del Premio, afferma: «Al centro dello straordinario impegno della PA locale c’è il futuro dei cittadini,  di tutte le età. L’edizione 2022 del Premio conferma che è possibile chiamare a raccolta tutte le regioni intorno a questo  grande e complesso obiettivo e mettere a fattor comune le buone pratiche e le esperienze migliori. Un ringraziamento  particolare va ad ANCI Nazionale che ha voluto collaborare all’ampliamento del Premio e ad ANFoV, ancora una volta  un partner insostituibile».

Soddisfatto anche Antonello Angeleri – Segretario Generale di ANFoV, l’Associazione Nazionale per la Convergenza nei Servizi di Comunicazione: «E’ appassionante vedere l’entusiasmo con cui gli Enti locali di tutto il Paese sono capaci di  rispondere e partecipare ad una iniziativa di vera convergenza sociale e tecnologica, mettendo ancora una volta a frutto l’enorme impegno a realizzare, con i fatti, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza». 

Notizia pubblicata il:

28/09/22